Consulenza Sicurezza sul Lavoro e HACCP

Aiutiamo le aziende a rispondere agli adempimenti previsti dal Testo Unico sulla Sicurezza e dalla normativa HACCP

Mettiti in regola facilmente con gli obblighi in materia di sicurezza sul lavoro e HACCP: ti offriamo una consulenza calibrata sui rischi specifici della tua azienda

RSPP: ci pensiamo noi!

Solleviamo i datori di lavoro dagli obblighi in capo al Responsabile del Servizio di Prevenzione (art. 33 del D.Lgs 8108). Grazie alla nostra rete di Professionisti della Sicurezza in tutta Italia, assumiamo l’incarico di RSPP esterno per le aziende Clienti.

Provvediamo, per conto del datore di lavoro, alla valutazione dei rischi, all’individuazione delle misure preventive, protettive e di sicurezza nell’ambiente di lavoro e all’elaborazione delle procedure di sicurezza e di gestione dell’emergenza per attività a rischio basso, medio e alto.

La nostra Consulenza

La nostra consulenza per la salute e sicurezza dei lavoratori prevede:

  • incontro conoscitivo per analizzare le necessità aziendali; l'incontro può avvenire online, nella nostra sede di Roma o presso il Cliente;
  • sopralluoghi tecnici in azienda;
  • redazione dei documenti aziendali obbligatori (DVR, POS, PSC, Manuale HACCP);
  • progettazione ed erogazione della formazione dei lavoratori.

CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni sugli adempimenti obbligatori per sicurezza sul lavoro e alimentare della tua attività, contattaci ai seguenti recapiti!

+39 06 64 50 2209 +39 328 07 07 946 consulenza@hideea.com

Se hai appena aperto un'attività e vuoi metterti in regola con la normativa 8108 e HACCP oppure la tua azienda ha bisogno di aggiornare la valutazione dei rischi, offriamo una consulenza telefonica e un preventivo per la tua impresa, gratuitamente!

Voglio più Informazioni

Success Stories

Interventi di Consulenza in ambito internazionale

Evita le sanzioni

Per inadempienza relativa agli obblighi di redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e di nomina del RSPP, il datore di lavoro può incorrere in sanzioni da 2.500 € a 6.400 €.